Must have 2

Ciao a tutte! Oggi, finalmente, un po’ di “tranquillità”…si fa per dire, visto tutto quello che rimane da fare il fine settimana! Comunque un minimo di tempo per dedicarci alle passioni è cosa buona e giusta! Volevo inserire nella categoria dei “must have” un altro pezzo intramontabile della moda, che non può assolutamente mancare nei nostri guardaroba…il trench Burberry! Nel 1879, Thomas Burberry cerca un materiale che permetta di creare un indumento confortevole e che ripari da pioggia, vento e freddo. I suoi studi portano alla nascita della gabardine. Si tratta di un tessuto composto da fili così stretti da proteggere dall’umidità. Thomas Burberry non si accontenta e riveste con una formula segreta i suoi primi impermeabili. Gli ordini affluiscono, a iniziare dall’esercito. Thomas Burberry riprende il design dei vecchi cappotti degli ufficiali inglesi, che aveva lui stesso disegnato tredici anni prima per il War Office. Vi aggiunge delle spalline e degli anelli in metallo: è nato il trench-coat! Di ritorno dal fronte, i soldati continuano a portare il trench, che passa così alla vita civile quotidiana. Il trench attraversa gli anni, conservando la sua forma iniziale: 26 pezzi in gabardine, doppiopetto, spalline, sottogola – per evitare che l’acqua entri nel colletto -, fodera tartan, mantella corta sulle spalle per ripararle maggiormente dal freddo, falda triangolare di stoffa sul davanti che, sovrapponendosi all’allacciatura, permette una chiusura migliore, maniche che si stringono intorno ai polsi per mezzo di cinturini con fibbie, cintura con anelli di ottone, lungo spacco posteriore chiudibile con un bottone. Nel 1990 Burberry rinnova il suo modello; Roberto Menichetti, il direttore artistico della griffe, stampa su un nuovo modello il famoso motivo tartan, che fino ad allora aveva caratterizzato la fodera del trench Burberry. Il modello diventa un cult…

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

 

Besitos : )

Il trucco perfetto!

Ciao a tutte! Oggi volevo parlarvi dei trucco basic per affrontare ogni giorno, soprattutto quello lavorativo, sentendosi sempre belle e in ordine. Dopo un’accurata e veloce pulizia del viso, stendiamo la nostra crema idratante illuminante (Lierac luminescence) , il contorno occhi (Rilastil) e poi via… al colore! Generalmente io stendo un velo di fondotinta a lunga tenuta, con copertura media: Clinique “Stay matte oil free n°9”; poi passo al correttore liquido di Sephora “Touche lumiere lissante n°2”; poi al fard “Bareminerals beauty”; poi all’eyeliner Sephora “Longue tenue n°1”; al mascara “Voluminous x5 extra-black L’oreal” (migliore di qualunque altro! Addirittura meglio di Chanel o YSL); ed infine, un lipgloss idratante Rilastil. In questo modo avrete un trucco a lunga durata, oil free, che vi renderà luminose e fresche per tutto il giorno, garantito! Se, poi, volete rendere lo sguardo più “magnetico”, vi basterà aggiungere al trucco un filo di matita “Christian Dior crayon khol noir” sia all’interno che all’esterno dell’occhio. Impariamo dalle celebrities…

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Gioielli

Salve, non ho una grande passione per i gioielli ma alcuni meritano decisamente! Per cominciare… mi piacerebbe condividere l’interesse per l’argento di Tiffany ed il turchese, ovviamente!

Immagine Immagine Immagine ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Besitos!

Must have 1

Salve, oggi volevo iniziare a parlarvi dei must have che non dovrebbero mai mancare nel guardaroba di una donna… ovviamente gli accessori aprono le danze… Il sogno di ognuna di noi si chiama Kelly! Di qualunque misura, colore o pellame.

La storica borsa nasce intorno agli anni ‘20 grazie ad Emile-Maurice Hermès, nipote del fondatore della maison. E’ da qui che nacque la Kelly, una borsa a forma di trapezio, con fondo rigido, chiusa da un lucchetto. Negli anni ‘50 la borsa prende il nome con cui la conosciamo oggi grazie alla predilezione che aveva per questo accessorio la Principessa di Monaco Grace Kelly (ne possedeva dozzine e non se ne separava mai soprattutto per nascondere il pancino appena evidente della sua prima gravidanza. E’ così che nasce il mito.

Ancora oggi ambita da ogni donna; amata anche dai vip.

Immagine   Immagine  Immagine Immagine

Besitos

Benvenuti!

Ciao!

Sono una ragazza di trenta… anni, libera professionista, sposata. Il lavoro assorbe la maggior parte del mio tempo ma nei momenti liberi la cosa che preferisco è girovagare nel web o, quando sono più fortunata, per negozi in cerca delle ultime tendenze.
La moda mi ha sempre affascinato tanto che da bambina volevo fare la stilista! Alla fine le mie scelte ed il lavoro sono state completamente differenti ma la passione per il mondo della moda vive ancora!

Besitos : )